19 Aprile 2024

La Grande Cucina

News dal mondo della cucina, le storie, gli Chef.

Carbonara: ecco la ricetta classica

carbonara classica

La pasta alla carbonara classica è una ricetta molto popolare; tanto che è quasi impossibile non conoscerla. Le varianti di questo piatto sono moltissime e spesso si finisce per confonderle con l’originale.

In questo articolo vogliamo raccontarti la storia delle origini della carbonara e offrirti la ricetta classica; sei pronto?

Origini della carbonara classica

La pasta alla carbonara ha origini incerte; pertanto non è possibile ricostruire una data precisa della sua invenzione e tanto meno attribuire la ricetta ad uno specifico creatore.

Ad oggi sono state fatte tre ricostruzioni che potrebbero essere attendibili, ma ognuna attribuirebbe le origini della carbonara ad una regione italiana diversa: Lazio (la versione più famosa e accreditata); Abruzzo e Campania (nella zona di Napoli).

Analizzando le tre ricostruzioni abbiamo tre notizie certe:

  • Nella tradizione dei vecchi ricettari napoletani antecedenti al 1837 era già presente l’uso dello sbattuto d’uovo, con il formaggio e pepe per condire la pasta.
  • I carbonai abruzzesi, nel territorio de L’Aquila usavano portarsi da casa il pasto per sorvegliare la carbonella; questo consisteva spesso in “cacio e ove” un piatto semplice che poteva essere trasportato nel pane e mantenersi.
  • Nel Lazio non si trovano riferimenti della “carbonara” fino al 1944, anno della liberazione di Roma.

Mettendo insieme queste notizie possiamo dedurre che la ricetta della carbonara sia stata elaborata da qualche cuoco romano, il quale abbia mescolato insieme ingredienti poveri facilmente reperibili in tempo di guerra; esso però si deve essere ispirato a tradizioni provenienti da altre regioni.

Ricostruzione romana della carbonara

La leggenda della ricetta romana attribuirebbe l’invenzione della carbonara a una delle bettole romane. Secondo questa accreditata versione il cuoco si sarebbe ispirato al piatto più tipico della colazione americana: uova e bacon.

In tempo di guerra, infatti, gli americani hanno introdotto il bacon nei mercati laziali. Inoltre, erano costretti a nutrirsi frettolosamente e con ingredienti a basso costo. Le razioni di cibo delle truppe venivano distribuite anche ai cittadini.

Si dice che questi semplici ingredienti siano stati messi insieme da un cuoco creativo, dando vita alla prima carbonara. La ricetta, entrata nelle tavole della popolazione romana, è stata migliorata nel dopo guerra sostituendo il bacon americano con il guanciale.

Ricetta della carbonara classica

Spesso nel preparare la carbonare si tende a scegliere fra pancetta e guanciale; bene, devi sapere che la ricetta classica romana prevede il guanciale, senza alcuna titubanza.

Gli ingredienti di questa pasta sono pochi e semplici, ma insieme creano l’inconfondibile sapore e profumo della pasta alla carbonara.

Ingredienti

350 g di spaghetti medi

100 g di guanciale privo della cotenna

30 g di pecorino stagionato grattugiato

30 g di grana grattugiato

4 tuorli freschissimi

olio extravergine d’oliva

sale

pepe nero

Procedimento

Taglia il guanciale a fette di circa 5 mm; dopodiché taglia ogni fatta a listarelle larghe circa 1, 5 centimetri.

Ora metti il guanciale in padella e fallo rosolare a fuoco medio senza aggiungere olio; intanto metti a bollire l’acqua per la pasta con un po’ di sale.

Intanto stai attento al guanciale: deve dorarsi, senza bruciare. Appena diventa croccante spegni il fuoco.

Quando versi la pasta nell’acqua bollente, prendi un mestolo d’acqua della cottura e versalo nella padella con il guanciale rosolato.

Prepara uno sbattuto con i tuorli d’uovo e il formaggio.

Intanto scola la pasta due minuti prima della fine della cottura, al fine di tenerla al dente. Ora versala nella padella con il guanciale e l’acqua di cottura, mescola e aggiungi lo sbattuto d’uovo. Amalgama velocemente; sarà il calore della pasta con l’acqua di cottura a cuocere leggermente le uova.

Cerca, però, di non far rapprendere l’uovo per non farlo strapazzare; deve restare cremoso.

Insaporisci il piatto con il pepe nero macinato e servilo immediatamente, ancora caldo.

Varianti

Esistono diverse varianti internazionali della pasta alla carbonara: le più comuni sono quelle di aggiungere il latte all’uovo sbattuto o la panna liquida.

Al guanciale si può sostituire la pancetta o il bacon.

Qualcuno utilizza lo sbattuto delle uova intere invece del composto di tuorlo: noi sconsigliamo questa pratica perché si rischia di strapazzare l’uovo più facilmente, rovinando la carbonara.

Per preparare un ottima ricetta classica puoi utilizzare anche la pasta corta; le paste che si sposano meglio con questa ricetta sono:

  • penne
  • maccheroni
  • rigatoni

Un consiglio: non esagerare mai con il pepe e cerca sempre di equilibrare il sale nell’acqua di cottura per la pasta, tenendo conto che il formaggio è già molto salato.

Buon appetito!