3 Marzo 2024

La Grande Cucina

News dal mondo della cucina, le storie, gli Chef.

Avanzi di Natale: come riciclare il cibo delle feste

avanzi di Natale

Le feste di Natale sono appena trascorse e per molte persone le spese investite in pranzi e cene sono stati molti. Quando si organizzano grandi tavolate, difficilmente si possono contare le porzioni e spesso avanza molto cibo. In questo articolo ti suggeriamo come riciclare gli avanzi di Natale in gustosi manicaretti, evitando ogni spreco!

Idee per riciclare gli avanzi di Natale

Di solito quando si cucina per molte persone capita che avanzino pietanze salate e dolci; per questo abbiamo pensato di proporti alcune ricette sfiziose per riciclare carni, pesce, primi e perfino pandoro e panettone, sei pronto?

Bon Appétit!

1. Come riciclare la carne avanzata

Zucchine ripiene di cotechino

Se per Capodanno hai comprato più cotechini del dovuto o ti è arrivato un cesto delle feste con zompane o un cotechino di troppo non dovrai per forza tenerlo in conto per un prossimo pranzo o cena.

Il cotechino può essere utilizzato come base per un ripieno sfizioso per le verdure, quali zucchine o cipolle. Una volta lessato il cotechino o lo zampone e tagliato a fette, sminuzzale e uniscile alla polpa delle zucchine; aggiungi un uovo per amalgamare e un po’ di parmigiano. Ora riempi le zucchine precedentemente svuotate e infornale per una decina di minuti a forno caldo, con temperatura a 165°.

Questa ricetta è utilissima anche per recuperare i resti del cotechino per il cenone di Capodanno.

Polpette di Cappone lesso o pollame

Se non hai cucinato tutto il cappone o hai del pollame da consumare puoi rivisitare la solita ricetta natalizia, lessando la carne per farne delle polpette.

Le polpette fritte in poco olio o cotte in forno sono una soluzione per non ripresentare ai bambini il solito piatto che hanno già mangiato durante le feste. Tutta la famiglia apprezzerà il tocco di originalità.

La ricetta è molto semplice e si prepara molto velocemente: trita la carne con un mixer; aggiungi pangrattato, pane raffermo ammorbidito nel latte, aggiungi parmigiano e spezie. A piacere puoi aggiungere un uovo per legare i tutto. Lavora il composto e forma delle palline, schiacciale leggermente e friggile in abbondante olio oppure infornale, coprendo la teglia con carta da forno e spennellandole con un po’ d’olio d’oliva.

2. Riciclare gli avanzi di pesce

Tartine al salmone e avocado

Se nel frigo hai ancora salmone affumicato da consumare puoi preparare gustose tartine light, per evitare la solita versione con il burro, il philadelphia o la maionese. Taglia dell’avocado a dadini condiscilo con del succo di lime e un po’ di aneto. Taglia e il pane a triangoli e tostalo, poi adagia una fettina di salmone e metti sopra qualche dadino di avocado condito. Le tue tartine sono pronte!

Puoi usare il salmone avanzato anche per fare gustose tagliatelle con salmone e philadelphia. Ti basta far rosolare il salmone tagliato a pezzetti grossolani in una padella capiente, con qualche foglia di salvia, senza olio, per pochi minuti. Quando inizia a diventare scuro, spegni il fuoco e sul salmone caldo fai sciogliere il formaggio fresco. Mescola con cura fino ad ottenere un composto cremoso; versa nella padella le tagliatelle al dente e mescola per bene con la salsa. Servi.

3. Come riutilizzare le lenticchie di Capodanno

Se hai un bel po’ di lenticchie da consumare puoi preparare antipasti o ottime zuppe. Ti propongo due ricette davvero gustose.

Cialde di grana e lenticchie

Sono gustosi antipasti che puoi preparare ad una cena fra amici o come pasto leggero per la famiglia.

Fai sciogliere del formaggio grana in una padella antiaderente, prima passa sul fondo della padella uno strato di scottex imbevuto di un cucchiaio d’olio. Una volta che il formaggio grana si è sciolto forma dei cerchi con un bicchiere. Sopra le cialde metterai i legumi lessati con alloro sale e rosmarino.

Zuppa di verza e lenticchie

La zuppa di verza e lenticchie è un piatto molto saporito e leggero allo stesso tempo. Prepararlo è molto semplice. in una pentola versa 250 ml di acqua fai cuocere la verza lavata e tagliata; una volta che la verza avrà iniziato a cuocersi, aggiungi il sale e le lenticchie accuratamente sciacquate. Fai cuocere per il tempo necessario assicurandoti che restino coperte dall’acqua (se è necessario aggiungila, ma non esagerare). Aggiungi qualche foglia di alloro e del rosmarino.

A 10 minuti dalla fine della cottura delle lenticchie aggiungi il miglio e fai asciugare l’acqua, affinché la minestra raggiunga la consistenza di una zuppa.

Servi calda con un filo d’olio d’oliva.

4. Ricette con affettati, formaggi e verdure avanzati

Torta salata

La torta salata è una ricetta facile e veloce, che spesso si rivela fra le più sfruttate per riciclare gli avanzi. Se non sai fare la pasta sfoglia trovi ottime soluzioni pronte da cuocere al supermercato. Puoi anche arrangiarti con la pasta brisè, più semplice della pasta sfoglia perché molto simile alla pasta frolla, ma senza uova e con poco sale al posto dello zucchero.

L’impasto si può mettere insieme con le verdure cotte dagli avanzi di Natale, arricchendo con un formaggio che hai a disposizione e un affettato a piacere fra quelli avanzati, tagliato a pezzetti.

Arricchisci con un uovo per legare il tutto e con foglie di mentuccia. Tieni un po’ di tuorlo per spennellare la parte superiore della torta se decidi di chiuderla. La ricetta soddisferà sempre il palato dei tuoi commensali.

5. Riciclare pandoro, panettone e frutta secca

Chi dopo le feste di Natale non si ritrova a casa due o tre pandori (o panettoni) di troppo? Certamente questi squisiti dolci natalizi sono ottimi anche per la colazione di prima mattina, ma solitamente le loro scadenze non va più in là di aprile.

Per evitare di ripetere la stessa colazione per i prossimi tre mesi, ti consiglio un dessert da leccarti i baffi; puoi servirlo dopo un pranzo o una cena fra amici.

Tiramisù al pandoro o panettone

Questa è una ricetta semplice che riprende la classica ricetta del tiramisù senza albumi di Treviso; puoi leggere il nostro articolo per vedere come si prepara la crema al mascarpone.

Per il resto il mio consiglio è di sostituire la bagna al caffè con un liquore dolce, del Baileys o dello spumante! Ne basterà qualche cucchiaio su ogni fetta.

Dopo aver preparato la crema , riponila in frigo. Taglia il pandoro a fette e taglia ogni fetta a metà. Trita del cioccolato fondente e disponilo sul fondo di una pirofila o stampo.

Ora adagia le fettine di pandoro una attaccata all’altra e bagnale con un cucchiaino di liquore o spumante. Spalma sopra la crema e ripeti l’operazione con le fette e ancora la crema.

Poi spolvera tutto il tiramisù con un po’ di cacao amaro e un po’ di cioccolato tritato. Lascia in freezer per almeno 2 ore.

Tiralo fuori 30 minuti primi di servirlo.

Crostata di frutta secca

Questo dolce è ottimo per riciclare un po’ di frutta secca degli avanzi di Natale. Prepara la pasta frolla come di consueto; ma al posto della farina bianca utilizza metà farina di riso e metà integrale. Sostituisci la scorza di agrumi grattugiata con i canditi tritati o con spezie per biscotti.

Ti consiglio questa ricetta per vedere il procedimento per preparare la pasta frolla.

Fai riposare la pasta per 30 minuti in frigo.

Per il ripieno taglia 2 mele a dadini e trita la frutta secca avanzata (fichi, datteri, noci) e bagna tutto con succo d’arancia e un goccio di rum o liquore dolce.

Una volta stesa la sfoglia nella teglia, spalma un po’ di confettura di susine o mela cotogna. Sopra stendi il composto di frutta secca e mele.

Copri con un altro disco di pasta frolla e bucherellala con una forchetta.

Decora con gherigli di noce e inforna nel forno riscaldato a 160° .

Fai raffreddare prima di sformarla e spolverala con zucchero a velo.